Logo
Menu Chiudi
avigo-paolo

La staticità come fulcro rappresentativo e narrativo è una delle caratteristiche ravvisabili nelle opere di Paolo Avigo. Non intesa però come assenza di dinamismo, ma come ieratico atteggiamento dei personaggi, simboli concettuali dotati di semantica mista e razionalità ben definite. (…) Le opere sono, invero, riflessioni sull’esistenza e sullo stesso cosmo, risultato di una fatica intellettuale ed artistica laboriosa che ha come obbiettivo l’innalzamento spirituale dell’uomo e l’ampliamento degli orizzonti percettivi in un’ottica di rinnovamento artistico, intellettuale e di espressione.
Dino Marasà.

Autodidatta, Paolo Avigo ha coltivato fin da giovanissimo la passione per il disegno e la pittura, parallelamente alla professione di agente di viaggio. Nei primi anni duemila ha partecipato a diverse mostre collettive in Italia. Nel 2011 si è classificato al terzo posto, settore illustrazione, al premio La Casa della Fantasia indetto dalla Fondazione Marazza di Borgomanero (Novara).

Nel 2012 partecipa al progetto di illustrazione The Sketchbook Project, organizzato dalla Brooklyn Library di New York.

Nel 2018 l'editore americano Toku Publishing di Los Angeles pubblica Poetry in Lines and Colors un libro in lingua inglese che raccoglie una selezione di opere dell'artista realizzate nell'arco di trentacinque anni.

Alla fine del 2019 realizza le illustrazioni per il libro di poesie e racconti di viaggio Mea Faces Not Book della scrittrice bresciana Lidia Masci. Negli ultimi anni ha partecipato a diverse mostre collettive organizzate dall'Associazione Artide di Desenzano del Garda.

Le tecniche utilizzate sono: acrilico, inchiostri, collage su carta dipinta a mano, chine, matite colorate.